Eventi 

L’accademia della Pipa – 2020

5 Ottobre 2021 | in: Eventi, Pipemakers

AdPipa_logo

Il 24 novembre del 2020, anno che rimarrà nella storia per l’esplosione della pandemia da Covid-19 in tutto il mondo, nasce, su Zoom (sic!) l’Accademia della Pipa.

Non inganni la denominazione altisonante: non si tratta di un consesso di tronfi conoscitori di tabacchi, fumatori di pipe Dunhill e Peterson, che chiacchierano on line di quanto sono bravi, tutt’altro, si tratta di artigiani, di quelli che le pipe le fanno con le loro mani e le portano in giro per il mondo.

L’idea nacque dal poliedrico Mimmo Romeo, ma era già in nuce nella testa di Gabriele Dal Fiume da molti anni: creare uno spazio dove gli artigiani anziani, con esperienza nella tecnica costruttiva dell’high grade e diverse fiere internazionali alle spalle, potessero seguire giovani promettenti prima che si perdessero nel labirinto illusorio dei social. Per fare questo bisognava costruire una struttura con i canoni della “scuola” ma che non fosse costretta dentro i paletti delle organizzazioni burocratizzate. Ma soprattutto bisognava mettere al primo posto l’etica dell’artigiano, fare le cose per il piacere di farle bene e trasmettere gratuitamente il proprio sapere a chi avesse dimostrato di meritarlo.

Abbiamo iniziato con quelli che erano già nostri allievi ma, nel giro di poco tempo, a loro si sono uniti un buon numero di facce nuove.

Ad oggi (Ottobre del 2021), l’Accademia conta 4 mastri fondatori, 15 allievi fondatori e un mastro aggiunto, il grande Eder Mathias.

Tra il 20 gennaio e il 23 giugno del 2021 si sono tenuti 12 incontri tecnici via Zoom e  sono stati prodotti oltre 30 documenti tecnici pubblicati nella nostra pagina chiusa di Facebook. L’Accademia ha siglato un rapporto di partnership con il Pipa Club Italia per la promozione dei giovani promettenti.

Prima di dare spazio alla nostra Carta dei Valori, voglio dire alcune cose per noi molto importanti:

l’Accademia accoglie solo apprendisti che abbiano già un minimo di strumentazione e si siano già cimentati nel costruire qualche pipa. 

L’Accademia non tiene corsi a pagamento per neofiti che non abbiano le caratteristiche minime sopra descritte.

E’ sempre compito dei mastri giudicare se un’apprendista abbia in nuce le caratteristiche per entrare in Accademia.

L’Accademia non ha obiettivi utopistici, non vogliamo cambiare il mondo della pipa italiana, né vogliamo introdurre un nuovo manifesto per la promozione commerciale dei nostri mastri e allievi.

Che ci si creda o no, l’Accademia vuole solo esprimere un gesto d’amore gratuito verso l’oggetto del nostro lavoro: la pipa.

Di Terra, Aria e Fuoco: la Siciliana

5 Ottobre 2021 | in: Eventi, Pipemakers, Storie di pipe

Coulored-pipes

L’idea di mettere insieme questi tre elementi per costruire una pipa dalla forte identità siciliana, venne fuori davanti a un bicchiere di vino. Da tempo Carlo Riggio, famoso tabaccaio di Palermo, pensava a una pipa tutta sua che potesse diventare il simbolo del centenario della sua tabaccheria e, contemporaneamente, esprimesse i suoi sentimenti nei confronti della pipa e dell’isola in cui è nato.

Tra un sorso e l’altro di nero d’avola, mi chiese se mi sentissi di tradurre l’idea in un progetto. Sarà un piacere per me– gli risposi, e così parti l’avventura.

Per mesi, a ogni progetto seguiva un prototipo realizzato nel mio laboratorio, il collaudo di Carlo, suggerimenti di nuove modifiche da apportare, un nuovo prototipo e un nuovo collaudo.

Le prime realizzazioni in serie misero in luce altre difficoltà: una pipa seriale dev’essere facilmente riproducibile e il mio disegno era piuttosto complesso. Il problema era semplificare la costruzione senza svilire il disegno originale.

Furono mesi di travaglio, in cui però non abbiamo mai smesso di mettere davanti a tutto il piacere del fare.

Oggi, a distanza di molto tempo, possiamo finalmente dire che ci siamo riusciti.

Nella pipa c’è la TERRA, la radica di erica, da sempre il materiale per eccellenza nella costruzione di pipe; c’è il FUOCO della terracotta e della ceramica, uno dei più antichi modi di fumare la pipa; ma c’è anche l’ARIA, attraverso un sistema moderno di foratura, la doppia calabash, e la possibilità di inserire un filtro da 9 mm che rende il fumo fresco e asciutto a ogni fumata.

Ma non basta, c’è il COLORE della ceramica Siciliana, proveniente dai laboratori della ditta Artigiana del Maestro De Simone e che propone i più antichi e tradizionali disegni e colorazioni, ai quali presto si aggiungerà una serie limitata di fornelli decorati con l’inimitabile stile della ditta.

Oggi La Siciliana è disponibile in diversi tipi di colori e finissaggi e con fornelli in radica di erica, terracotta e ceramica. Le combinazioni possibili sono quindi innumerevoli.

Ogni pipa viene venduta con un corredo di fornelli dei tre diversi materiali, ed è possibile acquistarla presso la tabaccheria Riggio, anche on-line.

Intertabac Dortmund 2019 “Pipemakers H5D30”

5 Ottobre 2021 | in: Eventi, Pipemakers

Copertina H5D30 ENG WEB-1

Le edizioni 2020 e 2021 della fiera internazionale “Intertabac” di Dortmund sono state annullate per via della pandemia da Covid-19.

Pur essendo stata annunciata l’edizione 2022, nessuno ancora sa se sarà davvero possibile.

Negli anni, attorno alla figura di Antoine Grenard, boss della Chacom, si era formato uno stand di tipo “cooperativo” di cui ho già descritto la nascita nell’articolo Inter-Tabac: il capitalismo del tabacco e il “corridoio 7.06”

Nell’ultima edizione del 2019 mi ero offerto di scrivere e far stampare una brochure promozionale dello stand di cui anch’io facevo parte. Chiamammo il gruppo e l’iniziativa, una vera rarità nel mondo della pipa, H5D30. Il gruppo, partito diversi anni prima dallo spirito avventuroso di Mimmo Romeo e Gabriele Dal Fiume, divenne una bellissima commistione di pipemakers di origini diverse che cercavano di costruire un’identità condivisa attorno alla pipa artigianale di qualità e high grade, nel tempo arricchitasi anche dalla presenza di buon tabacco e da liquori d’eccellenza.

Parteciparono allo stand ben sette nazioni: Germania, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Francia, Danimarca, e Italia.

Chiesi persino all’amico Brighton De Los Santos, californiano che ora vive in Australia, di disegnare per noi la copertina della brochure. Un vero capolavoro:

Oggi, un po’ per nostalgia, un po’ per orgoglio, voglio farvi conoscere la brochure che stampammo attraverso una videoclip uscita all’epoca.

Il sogno segreto del Signor Maigret

3 Ottobre 2021 | in: Eventi

Volcano-5

Kristina Borinskaya è una bella e giovane donna che un vento benevolo ha portato dalla Moldavia alla Sicilia pochi anni fa. Oggi è la sposa del mio amico Alessandro, il grafico pubblicitario che ha curato ogni iniziativa promozionale che la mia mente ha prodotto, svariando dalle pipe Sauro, all’invasione del Rhyncophorus ferrugineussulle palme di Palermo.

Seppure passionale, Kristina non ama parlare. Preferisce esprimersi attraverso il gesto artistico, in questo momento la fotografia, ma chissà cosa le riserva il futuro. Perché Kristina da l’impressione di un vulcano pronto ad esplodere da un momento all’altro, senza alcun preavviso. La vedi seduta silenziosamente, gli occhi sfuggenti ma attenti, ascoltare gli altri che parlano come se non fosse interessata all’argomento. In realtà assorbe tutto, è assolutamente presente, ma non le va di dire niente. Probabilmente quello che ha pensato ascoltando gli altri lo metterà dentro uno scatto fotografico.

Un giorno le ho chiesto se le andasse di fotografare le mie pipe. Volevo che mettesse in risalto le linee delle mie pipe in relazione ad altre linee, di altro materiale. Si prese del tempo per pensarci e poi venne a casa mia a farmi vedere i primi risultati.

Inutile dire che fui entusiasta. Così lei scattò altre foto che presento in questo articolo.

Ecco a voi “il sogno segreto del signor Maigret”, foto di Kristina Borinskaya, la mia amica.

Come creare il più grande Pipes Show al mondo

22 Maggio 2016 | in: Eventi, Storie di pipe

Schermata 2016-05-22 alle 11.56.02

 

La prima volta che vai al Chicago Pipes Show non puoi non accorgerti di un gruppo di persone avanti negli anni che girano incessantemente per il Pheasant resort con l’aria di avere qualcosa di urgente da fare. Chi saranno? – ti chiedi. Espositori? Collezionisti? Affezionati frequentatori? All’inizio non c’è nessun indizio che ti aiuti a capire, poi scopri che conoscono tutti, sono gentilissimi e si fermano spesso a parlare lungo i corridoi. E sono americani. Dalle loro facce traspare una certa stanchezza, ma i loro occhi emanano una luce che solo l’entusiasmo può far scaturire. …continua a leggere→

Inter-Tabac: il capitalismo del tabacco e il “corridoio 7.06”

26 Settembre 2015 | in: Eventi

Suore

Se vi dovesse capitare di andare a Dortmund in settembre e siete disposti a pagare 19 euro per l’ingresso (sic!), potrete fare un giro all’Inter-Tabac, …continua a leggere→

Al pipes show di San Pietroburgo

14 Dicembre 2014 | in: Eventi

Moyka river

Digito 1399, ma il portone non si apre. Riprovo a digitare con più energia i tasti. Ecco, luce verde, il vecchio portone si è aperto, adesso è solo questione di forza perché pesa un accidente. …continua a leggere→

Chicago pipes show 2014: c’ero anch’io

8 Maggio 2014 | in: Eventi

Immagine articolo Chicago

Partecipare al Chicago Pipes Show equivale ad entrare in una dimensione parallela, ed io amo la fantascienza. …continua a leggere→

Categorie

Ultime Note

back to top