Accademia della Pipa 

L’accademia della Pipa – 2020

5 Ottobre 2021 | in: Eventi, Pipemakers

AdPipa_logo

Il 24 novembre del 2020, anno che rimarrà nella storia per l’esplosione della pandemia da Covid-19 in tutto il mondo, nasce, su Zoom (sic!) l’Accademia della Pipa.

Non inganni la denominazione altisonante: non si tratta di un consesso di tronfi conoscitori di tabacchi, fumatori di pipe Dunhill e Peterson, che chiacchierano on line di quanto sono bravi, tutt’altro, si tratta di artigiani, di quelli che le pipe le fanno con le loro mani e le portano in giro per il mondo.

L’idea nacque dal poliedrico Mimmo Romeo, ma era già in nuce nella testa di Gabriele Dal Fiume da molti anni: creare uno spazio dove gli artigiani anziani, con esperienza nella tecnica costruttiva dell’high grade e diverse fiere internazionali alle spalle, potessero seguire giovani promettenti prima che si perdessero nel labirinto illusorio dei social. Per fare questo bisognava costruire una struttura con i canoni della “scuola” ma che non fosse costretta dentro i paletti delle organizzazioni burocratizzate. Ma soprattutto bisognava mettere al primo posto l’etica dell’artigiano, fare le cose per il piacere di farle bene e trasmettere gratuitamente il proprio sapere a chi avesse dimostrato di meritarlo.

Abbiamo iniziato con quelli che erano già nostri allievi ma, nel giro di poco tempo, a loro si sono uniti un buon numero di facce nuove.

Ad oggi (Ottobre del 2021), l’Accademia conta 4 mastri fondatori, 15 allievi fondatori e un mastro aggiunto, il grande Eder Mathias.

Tra il 20 gennaio e il 23 giugno del 2021 si sono tenuti 12 incontri tecnici via Zoom e  sono stati prodotti oltre 30 documenti tecnici pubblicati nella nostra pagina chiusa di Facebook. L’Accademia ha siglato un rapporto di partnership con il Pipa Club Italia per la promozione dei giovani promettenti.

Prima di dare spazio alla nostra Carta dei Valori, voglio dire alcune cose per noi molto importanti:

l’Accademia accoglie solo apprendisti che abbiano già un minimo di strumentazione e si siano già cimentati nel costruire qualche pipa. 

L’Accademia non tiene corsi a pagamento per neofiti che non abbiano le caratteristiche minime sopra descritte.

E’ sempre compito dei mastri giudicare se un’apprendista abbia in nuce le caratteristiche per entrare in Accademia.

L’Accademia non ha obiettivi utopistici, non vogliamo cambiare il mondo della pipa italiana, né vogliamo introdurre un nuovo manifesto per la promozione commerciale dei nostri mastri e allievi.

Che ci si creda o no, l’Accademia vuole solo esprimere un gesto d’amore gratuito verso l’oggetto del nostro lavoro: la pipa.

Categorie

Ultime Note

back to top